IL PORTALE DEI VEICOLI ELETTRICI - Anteprime, Prove, Tecnica

Untitled Document

Lito SORA

[ 25/10/2012 ]

La LITO Green Motion è un’azienda nata poco più di un anno fa alla periferia di Montreal. E’ rimasta pressoché nell’ombra fino ad oggi quando ha deciso di svelare cosa ferve sotto i capannoni della factory e lo fa provando a stupirci e ad attirare l’attenzione con una nuova superbike davvere d’eccezione.
Il design prende liberamente spunto dalle Caffè Racer/Street Fighter (all’anteriore) e dalle Bobber (al posteriore), il risultato appare riuscito, futuristico e assolutamente massiccio. La trasmissione è a cinghia (elemento imprescindibile per il genere), il forcellone a steli rovesciati.


Il bad boy è alimentato da una potente batteria ai polimeri di litio da 12KWh che dovrebbe offrire un’autonomia di ben 300Km (ha la frenata rigenerativa) ed una velocità massima di 200Km/h.
La trasmissione è alquanto inedita per veicoli di questo tipo, si tratta di un CVT (praticamente quella utilizzata dal 99% degli scooter), l’effetto lo conosciamo bene sui motori a benzina, siamo curiosi di testarne il funzionamento su di un motore elettrico. La maggior parte dei modelli attualmente commercializzati (fa eccezione, tra le auto, la VOLT) utilizzano una trasmissione diretta demoltiplicata tra il motore e la ruota. Un cambio su di un motore elettrico non ha lo scopo di ‘farlo girare’ nel range ottimale (la coppia è piatta) ma di limitarne il numero di giri e quindi l’usura e incrementare la velocità massima raggiungibile.


Sulla SORA sarà implementato anche un sistema molto interessante di gestione della riserva di energia chiamato “Safe Range System” che punta a diminuire l’apprensione da “pile scariche”. Il computer di bordo dialoga con il navigatore integrato nel serbatoio e regola la risposta del motore (ed il relativo consumo) in base alla destinazione impostata, al tipo di strada, alla temperatura esterna ed alle prestazioni richieste dal rider. La ricarica richiede 8h con una normale presa e la moto è in grado di inviare una mail a ricarica ultimata…
La SORA pesa 240Kg e, considerando la tipologia di moto a cui appartiene, possiamo definirla un “peso piuma”. Sono stati utilizzati infatti materiali leggeri quali carbonio ed alluminio aeronautico per il telaio e la carena.


Un’altra novità è costituita dal sellino regolabile in altezza anche durante la marcia. L’idea è quella di regolare l’assetto in funzione dell’andatura: più basso in autostrada per rendere la moto più aerodinamica e il pilota più coperto dal vento e più alto alle basse andature per incrementare il confort e la maneggevolezza. Idea interessante ma tutta da verificare on the road.


Se avete letto fino a qui siamo sicuri che state pensando “se non costerà troppo appena esce me la compro!”… ed il problema sta proprio tutto qui. Non è ancora stato dichiarato il prezzo di vendita ma su una cosa siamo certi: la Lito SORA costerà MOLTO.
Escludendo le costose batterie che da sole equivalgono al prezzo di una CBR 600f, vanno aggiunto gli elementi in carbonio, la sofisticata elettronica, il navigatore… Considerando però che una Ducati Diavel Carbon costa 20.000€, crediamo che l’aggiunta di € necessari non sarà poi così elevata.













Compara con: e anche con:

Modello
Lito SORA
Prezzo base [Euro] 22000
Note prezzo Il prezzo indicato non è ancora quello ufficiale
Numero posti 1
Lunghezza [cm] 220
Larghezza [cm] 95
Altezza [cm] 90
Peso [Kg] 240
Tipologia Batterie polimeri di litio
Numero celle nd
Capacita' [KWh] 12
Peso Batteria [kg] 100
Tempo di carica [h] 8.0
Autonomia[Km] 300
Propulsione elettrica
Motore 3-phase AC induction
Potenza [cv] 100
Coppia [Nm] 80
Disposizione Motore anteriore
Trasmissione CVT
Trazione posteriore
Raffreddamento Motore aria
Raffreddamento Batterie aria
Velocita' massima [Km/h] 200
Accellerazione [0-100] nd
Ripresa [60-100] nd





COMMENTI:


MotoBLIZ
[25/10/2012 13:42]

Se il prodotto finale manterrà le promesse sarò veramente tentato di vendermi l'auto per comprarla!



CAPTCHA Image [Cambia codice]