IL PORTALE DEI VEICOLI ELETTRICI - Anteprime, Prove, Tecnica

Untitled Document

Vectrix VX-1 Li/Li+

[ 11/11/2012 ]

La Vectrix fu fondata nel 1996 negli Stati Uniti con l’obiettivo di sviluppare veicoli elettrici e rivoluzionare il trasporto urbano. Il primo prototipo venne presentato nel 2000 all’EICMA di Milano, lasciando intendere che a breve sarebbe stato commercializzato, ci vollero invece altri sei anni e 50 milioni di dollari di investimenti per vederlo nuovamente all’EICMA in versione definitiva con il nome di Vx-1. La produzione fu quindi avviata in Polonia (per il mercato europeo), mentre la commercializzazione partì nel 2007.
Di fatto fu il primo vero maxiscooter elettrico, univa prestazioni interessanti ad una componentistica raffinata, le batterie utilizzate erano delle nickel–metal hydride da 3.7 kW e contribuivano significativamente alla massa di 210Kg. La velocità massima era di 95Km/h, l’accelerazione 0-80Km/h in 7s e l’autonomia era di 105Km (dichiarati) a 40Km/h costanti.
Tuttavia il vero problema che spense gli entusiasmi anche dei più incalliti sostenitori fu un altro: il prezzo, circa 13.000€. La Vectrix cercò subito di correre ai ripari escogitando ingegnose forme di finanziamento, nello specifico: 4980€ all’acquisto più 140€ al mese per 4 anni e 1300€ di rata finale. Purtroppo lo sforzo non fu sufficiente ad evitarle la bancarotta nel 2009.


Se la storia finisse qui è chiaro che non si giustificherebbe una recensione del VX-1 su EV se non per il rispetto che si deve ad un’azienda che ha osato innovare, forse anticipando troppo i tempi. Invece nel 2010 la Vectrix viene acquistata dalla Gold Peak Industries di Hong Kong che rimette in carreggiata l’azienda.
Rinasce così dalle ceneri una nuova versione del VX-1 con una nuova batteria al Litio Ferro Fosfato (LiFePO4), venduta in due varianti: VX-1 Li e Li+. Poco dopo vengono introdotti due nuovi modelli: uno scooter più piccolo ed economico “VX-2” ed una versione del VX-1 a tre ruote - stile mp3 della Piaggio -


L’acquisizione giova all’azienda non solo per i nuovi capitali a disposizione ma anche per il fatto che uno dei maggiori produttori di batterie al mondo fa proprio parte del gruppo Gold Peak Industries.
Il pacco batterie è costituito da quattro moduli da 10 celle connesse in serie, ogni cella ha un voltaggio nominale di 3.2V per un totale di 128V di corrente continua. Esistono due versioni con differenti capacità: 30Ah per il VX-1 Li e 42Ah per il VX-1 Li+, la cui autonomia dichiarata è di 65-96 Km per la prima e 88-136 Km per la seconda. La temperatura delle batterie è tenuta sotto controllo da un raffreddamento ad aria forzata.
Una ricarica completa da una normale presa domestica richiede un massimo di 5 ore ma già dopo 2.5 ore la capacità è all’80%. E’ interessante la funzione di ritardo della ricarica, in pratica si può collegare la spina ed impostare un delay in modo da poter usufruire di eventuali tariffe notturne agevolate.
Dopo sei ricariche il sistema di controllo effettua un’equalizzazione delle celle, operazione che richiede un paio di ore in più, dopodiché il tempo necessario ritorna normale. Il sistema è talmente avanzato che l’unico intervento programmato, che riguarda l’olio della trasmissione ed ha un costo di 20€ più due ore di lavoro, è previsto a 320.000Km! questo è possibile solo perché il numero delle parti in movimento della meccanica si ferma a 11 (compresa la manetta dell’acceleratore)


Il motore, un brushless trifase DC da 28.2cv (21Kw) e la trasmissione sono oscillanti come da tradizione scooteristica; la coppia è di 64Nm ed è disponibile da subito. In partenza da fermo il VX-1 non è un fulmine ma superati i 40Km/h si può godere di un inaspettato brio fino a alla velocità massima di 110Km/h. Cronometro alla mano, la pratica 0-100Km/h viene sbrigata in 12.6 secondi (dichiarati 0-80 in 6s) e i 400m superati in 18.94 secondi.
Dai numeri appare chiaro che questo Vectrix non è pensato per sollevare l’asfalto da terra ma per viaggiare in souplesse, godendo della risposta morbida e costante del motore e del silenzio assoluto che accompagna ogni viaggio.
Nel nostro test con il VX-1 Li+ siamo riusciti a percorrere, senza mai risparmiare la batteria, 77Km; si tratta di un valore inferiore a quanto dichiarato ma, tutto sommato, non è disprezzabile considerando il tipo di utilizzo e la massa del veicolo. Quando la carica scarseggi la centralina che controlla l’acceleratore inserisce una modalità economy in modo da massimizzare l’autonomia.
Considerando che la durata delle batterie è garantita per 1600 cicli di ricarica completi, con una media poco ottimistica di 70Km a carica, il VX-1 dovrebbe essere in grado di percorrere 112.000 Km prima di dover sostituire le batterie; con un chilometraggio di 8.000Km annui, questo sarebbe necessario dopo 14 anni. Di fatto ancora nessun acquirente ha potuto percorrere tutti questi chilometri quindi al momento non possiamo giudicare la veridicità di questi conti.


In merito alla ciclistica, l’elemento di spicco è il telaio, realizzato in alluminio aeronautico e del peso di solo 11.3 Kg. Il pacco batterie pesa invece 38.5 Kg (versione Li+) ed è stato posizionato all’interno del tunnel centrale per cercare di tenere il più possibile il baricentro basso, questo aiuta a far sentire meno i 208 Kg dello scooter (una decina di Kg in più rispetto ad un Suzuki Burgman 400). Il VX-1 Li (con capacità inferiore) pesa invece 192 Kg.
La sospensione anteriore è una forcella telescopica Marzocchi da 35mm non regolabile, al posteriore c’è una coppia di Sachs con precarico regolabile. La stabilità e manovrabilità, senza voler forzare troppo la mano, è sempre buona e la massa non si avverte più dopo i 20Km/h.
I freni sfruttano un sistema combinato elettrico/meccanico. Il freno elettrico viene attivato invertendo la rotazione della manetta dell’acceleratore, in questo modo il motore viene commutato in modalità generatore e ricarica le batterie frenando al tempo stesso la marcia (si recupera così il 5-8% dell’energia spesa). La luce a led posteriore, che indica la frenata a chi ci segue, si attiva anche in questa modalità.
Il freno elettrico non solo incrementa l’autonomia e quindi l’economia di marcia ma aiuta anche a salvaguardare i freni meccanici (pastiglie e dischi), dei Brembo da 270mm all’anteriore e 240 al posteriore. L’uso congiunto di tutti i freni permette spazi d’arresto contenuti, non è tuttavia troppo difficile bloccare la ruota posteriore, per questo avremmo gradito la presenza dell’ABS.


La posizione di guida è confortevole ed il sedile è ben imbottito e con schienale. Anche il passeggero gode di un ottimo trattamento con sedile largo e ben imbottito, dispone inoltre di comode maniglie; l’unica cosa che potrebbe impensierirlo è la posizione rialzata rispetto al guidatore.
La strumentazione è completa ed è composta da tre schermi circolari, al centro c’è il tachimetro analogico con conta chilometri; a sinistra: orologio, doppio contachilometri parziale e stima dell’autonomia residua; a destra: il livello della batteria. La qualità delle plastiche appare di ottimo livello e, nel compesso, il VX-1 è realmente ben costruito.




Veniamo in fine ai prezzi:
VX-1 Li costa 9.990€
VX-1 Li+ costa 11.800€

Siamo all’incirca sul livello di un Suzuki Burgman 650. Nel considerare il prezzo va valutato però il bassissimo costo di gestione ed eventuali incentivi (al momento c’è l’esenzione del bollo per 5 anni, successivamente si paga in misura ridotta, inoltre alcune assicurazioni hanno predisposto tariffe agevolate).
Quindi, se siete amanti degli scooteroni e degli oggetti ultratecnologici, se l’accesso alle ZTL e la circolazione nei giorni di blocco del traffico vi impensieriscono, nonché non disdegnate di salvare i vostri polmoni e quelli degli altri, allora andate a subito a prenotare una prova del VX-1.












Compara con: e anche con:

Modello
Vectrix VX-1 Li/Li+
Prezzo base [Euro] 9990
Note prezzo 9.990€ (VX-1 Li) e 11.800€ (VX-1 Li+)
Numero posti 2
Lunghezza [cm] 197
Larghezza [cm] nd
Altezza [cm] 105
Peso [Kg] 192 (VX-1 Li) e 208(VX-1 Li+)
Tipologia Batterie litio-ferro-fosfato
Numero celle 40
Capacita' [KWh] 3.7 kWh (VX-1 Li) e 5.4 kWh (VX-1 Li+)
Peso Batteria [kg] 28Kg (VX-1 Li) e 38.5Kg (VX-1 Li+)
Tempo di carica [h] 5
Autonomia[Km] 100
Propulsione elettrica
Motore brushless trifase DC
Potenza [cv] 28.2
Coppia [Nm] 64
Disposizione Motore posteriore basculante
Trasmissione diretta (sistema di trasmissione planetario)
Trazione posteriore
Raffreddamento Motore aria
Raffreddamento Batterie aria forzata
Velocita' massima [Km/h] 100Km/h (VX-1 Li) e 110Km/h (VX-1 Li+)
Accellerazione [0-100] 0-100Km/h in 12.6 secondi (dichiarati 0-80 in 6s)
Ripresa [60-100] nd





COMMENTI:



CAPTCHA Image [Cambia codice]