IL PORTALE DEI VEICOLI ELETTRICI - Anteprime, Prove, Tecnica

Untitled Document

OPEL AMPERA

[ 26/11/2012 ]

La Opel Ampera, insieme alla gemella Chevrolet Volt, sono le uniche due auto elettriche attualmente in commercio a poter essere guidate esattamente nello stesso modo di una vettura a motore endotermico, ovvero la preoccupazione che la scarsa autonomia delle batterie non sia sufficiente a farci giungere a destinazione può tranquillamente essere accantonata. Per chi non avesse mai sentito parlare di elettriche “extended-range” questa affermazione potrebbe sembrare alquanto rivoluzionaria o per lo meno azzardata.
Effettivamente il “trucco” c’è, se così si può definire, ed è la presenza di un motore Ecotec 1.4 a benzina che ha l’esclusiva funzione di generatore elettrico. La presenza di qualcosa che succhi benzina sotto al cofano effettivamente stona sulle pagine di EV, ma abbiamo deciso di dedicarle un ampio articolo in quanto la Opel Ampera è in tutto e per tutto un’auto elettrica, con qualcosa in più. In pratica è come portarsi dietro un gruppo elettrogeno che alimenta le batterie nel momento in cui la carica scende troppo e garantisce altri 500Km di autonomia grazie al serbatoio di benzina a bordo. Chiunque potrebbe passare direttamente alla guida dell’Ampera senza necessità di imparare alcunché o di modificare le proprie abitudini.


Insomma, tutte le principali preoccupazioni legate all’autonomia dell’elettrico si dissolvono. Restano però i vantaggi: emissioni zero (viaggiando solo in elettrico), accesso alle zone a traffico limitato, bassissimi costi dell’elettricità se paragonata a quelli della benzina/diesel. Anche il piacere di guida soddisfa, ed è dovuto sia al confort elevato sia alle doti dei due motori elettrici che forniscono 150cv e, pur dovendo spostare una massa considerevole di oltre 1700Kg, se la cavano egregiamente grazie alla notevolissima coppia di 370Nm (equivalente a quella di una Porsche Cayman S con motore 3.400cc sovralimentato).
Aggiungiamo inoltre una linea di carrozzeria che se pur originale non scivola mai nel pacchiano. Sono particolarmente originali i fari: quelli anteriori hanno la forma a “boomerang” degli ultimi prodotti Opel, ovvero hanno uno sviluppo in altezza molto ridotto e sono raccordati ai fendinebbia da un “taglio” verticale nero, quelli posteriori, a led, sono anch’essi molto sottili e raccordati a quelli anteriori da una striscia nera sotto i finestrini, necessaria anche a causa dell’altezza inferiore al consueto dei vetri laterali.


Cerchiamo ora di capire meglio il funzionamento di questo concentrato di tecnologia.
Partendo con le batterie completamente cariche, siamo stati in grado di percorrere dai 50 ai 70 Km utilizzando solo i motori elettrici. La casa madre dichiara un range che va da un minimo di 40Km ad un massimo di 80Km, si tratta di una forbice molto ampia che fa comprendere due cose: l’importanza dello stile di guida per l’autonomia nelle auto elettriche ed il fatto che i freni sprecano energia trasformando l’energia cinetica in calore mentre il freno motore ricarica le batterie. Dopo pochi chilometri entrare nell’ottica di utilizzare il meno possibile i freni a vantaggio del freno motore diventa naturale. Spostando la leva del cambio in posizione L anziché in D permette di incrementare il freno motore e quindi il recupero in rilascio, questa è una funzione utile soprattutto in percorsi collinari o montani (in discesa).
In generale l’autonomia fornita dovrebbe essere sufficiente alla maggioranza degli automobilisti per i loro spostamenti quotidiani, quindi, a fine giornata, si collega l’auto alla presa di corrente e si ricaricano completamente le batterie in un massimo di 6 ore.
Se per qualsiasi motivo, sporadicamente o su base giornaliera, arrivassimo a percorrere più del chilometraggio consentito con le sole batterie non ci sarebbe alcun problema né particolari operazioni da eseguire: il motore Ecotec 1.4 a benzina si avvia da solo e va a fornire la corrente che serve, oltre ad assicurare (col pieno) un’autonomia supplementare di 500km. Non è nemmeno facile accorgersi che ciò è avvenuto, se non fosse per il quadro che modifica il disegno (mostrando il livello del serbatoio) e per il rumore di sottofondo che nella maggior parte dei casi rimane comunque limitato.
In autostrada il motore termico resta acceso per contribuire al bilancio energetico, la velocità massima è limitata elettronicamente a 161 Km/h.


Ad alimentare i due motori elettrici contribuisce un pacco di batterie composto da 288 celle prismatiche agli Ioni di Litio, in grado di immagazzinare 16 kWh. Tali celle sono contenute in una struttura in vetroresina a forma di T, a sua volta schermata da un foglio di alluminio e contenuta in una vasca di acciaio, oltre che protetta da barre in acciaio ad alta resistenza. La temperatura è regolata da un sistema di raffreddamento/riscaldamento a liquido. Il peso complessivo è di 198 kg. Il motore elettrico è invece raffreddato con lo stesso olio della trasmissione epicicloidale.
Sotto il cofano anteriore come abbiamo detto c’è anche un motore termico Ecotec 16V di 1398 cm3. Si tratta di un normale 4 cilindri a benzina da 86 cv, collegato ad una delle due unità motrici che, quando serve, viene convertita alla funzione di generatore di corrente. Quest’ultimo fornisce elettricità direttamente all’altra metà del propulsore elettrico e/o alle batterie, consentendone la ricarica.Siccome il generatore produce corrente per l’equivalente di quasi 75 cv massimi, va da sé che se l’energia arrivasse solo dal motore termico l’Ampera andrebbe meno di quando è alimentata a batterie. Ma il sistema di gestione fa si che non si arrivi mai davvero alla scarica completa del pacco, per cui in caso di richiesta c’è sempre un surplus di energia di scorta. Il bello di avere un motore a benzina completamente scollegato dalle ruote consiste nel fatto di poterlo utilizzare nel migliore dei modi ovvero al regime di giri nel quale offre la massima efficienza. Alle basse velocità gira sui 1400 giri, arriva invece ad un massimo di 4800giri solo quando serve.
Il consume di benzina, a motore acceso, si colloca tra i 15 ed i 17 Km/l. Per diminuire tale consumo sarebbe stato più utile utilizzare una piccola unità a gasolio o, ancora meglio, alimentare il motore a GPL. E' possibile comunque che quest'ultima opzione venga seguita dalla Opel nel momento in cui saranno disponibili batterie meno ingombranti che lascino più spazio alle bombole.


Esistono diverse modalità di funzionamento utili a sfruttare al meglio le peculiarità della Ampera in situazioni particolari. Tramite il pulsante “Drive Mode” sulla plancia possiamo scegliere fra quattro modalità: normale, sport, montagna e hold.
SPORT: rende più reattivo il motore elettrico ai comandi dell’acceleratore (la potenza massima rimane comunque inalterata).
MONTAGNA: fa intervenire il motore termico molto prima in modo da supplire alla richiesta elevata di energia in salita.
HOLD: permette di “forzare” l’impiego del motore a benzina, per esempio nel caso in cui avessimo bisogno di sfruttare la modalità full-electric solo alla fine di un viaggio, magari per entrare in un centro cittadino.


Al suo interno la Ampera risulta piuttosto spaziosa e comoda, i sedili sono ben conformati e l’unico limite per i due passeggeri posteriori (è omologata per quattro) riguarda la testa, vicina al lunotto. Fra i due sedili dietro, separati, vi è un capiente contenitore portaoggetti.
I finestrini sono poco sviluppati in altezza per risparmiare peso ma non danno particolari problemi di visibilità o luminosità, diverso è invece il discorso per la visibilità posteriore che appare alquanto limitata (allo scopo è consigliabile la telecamera posteriore venduta tra gli optional). Il tunnel nasconde il vano delle batterie sottostante il pianale ma presenta diversi vani portaoggetti, anche sotto il bracciolo.
Il monitor centrale da 7 pollici presenta il sistema di navigazione (optional) e fornisce anche diverse informazioni sull’utilizzo della corrente. Anche il quadro dietro al volante è un monitor, mirato soprattutto al controllo dell’autonomia.
Il bagagliaio è abbastanza capiente: 310 litri che possono aumentare fino a 1005 litri ribaltando i sedili, paga il fatto di essere rialzato, sia come piano che some soglia, per via degli elementi sottostanti (unità di ricarica con 6 m di cavo e compressore per le ruote più attrezzi).

Concludiamo con l'unico elemento realmente deterrente all’acquisto della Opel Ampera: il prezzo di base è di 44.000 euro (la gemella Chevrolet Volt costa circa 1.000 euro in meno).
Questa versione ha già una dotazione molto completa e come optional sono presenti solo il navigatore con sistema audio Bose, il Park Assist con telecamera e le vernici speciali.
Il prezzo, se paragonato a normali berline a 5 porte e 150 cv sembra elevato ma se valutiamo quante innovazioni contiene quest’auto e quanti vantaggi può portare la trazione elettrica ci rendiamo conto che la quotazione è si elevata ma non irraggiungibile. Se pensiamo inoltre che l’esclusività del prodotto la fa competere, sul piano dell’immagine, con rinomate berline premium dal costo comparabile, scopriamo che il mondo delle auto elettriche è molto più vicino di quanto si possa pensare.












Compara con: e anche con:

Modello
OPEL AMPERA
Prezzo base [Euro] 44000
Note prezzo la Chevrolet Volt costa 43.000 euro
Numero posti 4
Lunghezza [cm] 450
Larghezza [cm] 179
Altezza [cm] 144
Peso [Kg] 1732
Tipologia Batterie celle prismatiche agli Ioni di Litio
Numero celle 288
Capacita' [KWh] 16
Peso Batteria [kg] 198
Tempo di carica [h] 6
Autonomia[Km] 40 - 80 Km solo elettrico più 500 Km con generatore a benzina
Propulsione elettrica
Motore due motori elettrici sincroni trifase brushless più unità termica 4 cilindri 1.400cc da 86 cv
Potenza [cv] 150
Coppia [Nm] 370
Disposizione Motore anteriori
Trasmissione epicicloidale
Trazione anteriore
Raffreddamento Motore olio della trasmissione
Raffreddamento Batterie acqua
Velocita' massima [Km/h] 161
Accellerazione [0-100] 10
Ripresa [60-100] 40-80Km/h in 3"8, 40-100Km/h in 6"9





COMMENTI:


Alberto
[01/03/2013 17:10]

Non male ma nei miei sogni rimane la Cadillac ELR


Carlo79
[01/03/2013 16:07]

Molto bella!



CAPTCHA Image [Cambia codice]