IL PORTALE DEI VEICOLI ELETTRICI - Anteprime, Prove, Tecnica

Untitled Document

FORD FOCUS Electric

[ 08/12/2012 ]

La Focus Elettrica è stata presentata al salone dell’auto di Francoforte nel 2009, due anni dopo la versione definitiva vince il premio 2011 "Green Car Vision Award” al Washington Motor Show.
La commercializzazione è già in corso in alcune città selezionate degli Stati Uniti, ha avuto inizio nei primi mesi del 2012 in via sperimentale e si è rivolta soprattutto alle corporate, nonostante questo in 12 mesi ha raggiunto dei risultati non trascurabili per la categoria, con una previsione di vendita fino a fine anno di 5.000 unità. In Europa dovremo aspettare ancora qualche mese poiché la presentazione ufficiale non avverrà prima della primavera del 2013.


La Focus-e rappresenta il modello di punta ad emissioni zero della Ford e si basa sulla terza generazione della berlina compatta ben conosciuta ed apprezzata in Europa. In realtà non è in assoluto “la prima volta” per la Ford, ricordiamo la Ranger EV e la Transit Connect EV, si trattava tuttavia di modelli costruiti per soddisfare le richieste interne di alcuni stati USA particolarmente esigenti sulle emissioni come la California. L’esperienza nel settore è maturata anche grazie ad anni di produzione di veicoli ibridi e, più di recente, plug-in (non venduti in Europa).


Il motore elettrico ha una potenza di picco di 125 cv che spinge la Focus-e fino a 135 Km/h (limitati elettronicamente) ed ha una coppia di 243 Nm disponibili già da 0 giri. Le caratteristiche di questo motore garantiscono una guida briosa e la notevole coppia inganna il guidatore trasmettendo la sensazione di una potenza maggiore.
L’handling della vettura è quello ben noto della Focus che è stata concepita per soddisfare i gusti europei, quindi ha un assetto rigido ma senza sacrificare il confort. L’unica differenza è legata al peso maggiore sul retrotreno, dovuto alla presenza del pacco batterie che può generare un certo sovrasterzo nelle situazioni limite.


Le batterie utilizzate sono state sviluppate da Ford in collaborazione con il fornitore Compact Power Inc. che è una controllata di LG Chem. Hanno una capacità di 23 kWh ed utilizzano elementi agli Ioni di Litio (celle prismatiche, lithium-manganese) con autonomia dichiarata di 160 Km (su ciclo EPA è sta verificata un’autonomia di 122 Km). Considerando che la concorrente Nissan ha di recente presentato le specifiche della LEAF MY-2013 che promette un’autonomia di ben 200 Km (anche se il dato è ancora da verificare) è probabile che Ford aggiorni presto le batterie della propria Focus elettrica.
Una ricarica completa da una presa a 220 V richiede all’incirca 6 ore, con il modulo di ricarica veloce esterno (optional) da 6.6 kW il tempo si riduce a 3-4 ore. La presa è stata posizionata sopra al parafando anteriore sinistro con lo scopo di facilitarne l'accesso nelle operazioni di ricarica domestica e per evitare danni in caso di piccoli impatti.
Il pacco batterie utilizza un sistema a liquido di riscaldamento/raffreddamento a controllo elettronico, che garantisce le prestazioni anche dopo un utilizzo gravoso prolungato (tipicamente in zone montuose) e previene l’usura prematura delle celle al Litio.


La presenza delle batterie nel bagagliaio, benché gli ingegneri abbiano fatto il possibile per realizzare una struttura il più possibile compatta ed uniforme, ne influenzano la capacità, in particolare risulta ridotto lo spazio in altezza. Questo inconveniente è dovuto al fatto che si tratta di una conversione di un modello a benzina, non di un progetto nato per la trazione elettrica (a differenza della Nissan Leaf). Si è comunque conservata la possibilità di ribaltare i sedili posteriori garantendo in questo modo una discreta capacità di carico (a differenza della Renault Fluence).


In questa versione elettrica della Focus vengono introdotte interessanti novità per quanto riguarda l’elettronica di bordo. L’elemento centrale è costituito dal “MyFord Touch connect system” sviluppato in collaborazione con la Microsoft. Verrà fornito anche una App dedicata (MyFord Mobile) con la quale interfacciarsi con tutti gli Smartphone per controllare alcune funzioni da remoto: l’avvio e lo stato della ricarica, la climatizzazione dell’abitacolo ed altro. Non è da visionari immaginare fra qualche anno la possibilità di richiamare l’auto da ovunque si trovi in modo che ci aspetti davanti alla porta d’ingresso, i sistemi compiuterizzati per la guida automatica sono già in fase avanzata di studio (la stessa Google ne sta progettando uno).
A bordo si fa largo uso di display LCD, ce ne sono due ad alta risoluzione, uno che riproduce il cruscotto e che dona un colpo d'occhio davvero futuristico, un'altro più grande al centro della plancia. Il display del cruscotto è diviso in tre parti: la riproduzione di un tachimetro analogico centrale e due spazzi polifunzionali ai lati. Le informazioni visualizzate comprendono: stato delle batterie, distanza del primo punto di rifornimento (qual’ora viviate in uno stato in cui già esistano), consumo di elettricità e autonomia stimata.
C’è poi un display di maggiori dimensioni da 8” al centro della plancia che oltre a funzionare da navigatore, visualizza i flussi di energia (anche dei sistemi accessori come il condizionatore) e contiene tutta la parte di info-entertainment.
Impostando una destinazione il navigatore calcola la raggiungibilità in base al livello di carica delle batterie e, qual’ora non fosse sufficiente, suggerisce tappe intermedie per la ricarica.
La visualizzazione delle informazioni è altamente personalizzabile, è possibile scegliere diversi “Temi” pre-impostati o scaricabili dal Web, questo è un concetto molto comune sui dispositivi elettronici ma sconosciuto fino ad oggi nel modo delle auto. Per fare un esempio, per visualizzare lo stato di carica delle batterie, al posto della classica pila con tacche decrescenti, la Ford mette a disposizione un’affascinante visualizzazione a farfalle azzurre: a batteria carica le farfalle riempiono il display, mano a mano che l’autonomia decresce anche le farfalle spariscono progressivamente.

Il prezzo di vendita in Europa della nuova Focus-e non è ancora stato dichiarato ma, per avere una stima realistica, è sufficiente considerare il prezzo negli States che è attualmente di 39.000 dollari.
Appartenenti alla medesima categoria esistono attualmente solo due modelli: la Nissan Leaf e la Renault Fluence. La prima costa negli USA circa 3.500 dollari meno della Focus-e, la seconda invece viene venduta solo con le batterie in leasing quindi è di più difficile comparazione.
Il prezzo definitivo verrà pubblicato su queste pagine appena sarà dichiarato ad inizio 2013.












Compara con: e anche con:

Modello
FORD FOCUS Electric
Prezzo base [Euro] 36000
Note prezzo il prezzo per l'Europa non è ancora dichiarato (39.000 dollari negli USA)
Numero posti 5
Lunghezza [cm] 436
Larghezza [cm] 183
Altezza [cm] 148
Peso [Kg] 1674
Tipologia Batterie celle prismatiche agli Ioni di Litio
Numero celle nd
Capacita' [KWh] 23
Peso Batteria [kg] nd
Tempo di carica [h] 6
Autonomia[Km] 160 (122 Km ciclo EPA)
Propulsione elettrica
Motore brushless sincrono
Potenza [cv] 125
Coppia [Nm] 243
Disposizione Motore anteriore
Trasmissione diretta
Trazione anteriore
Raffreddamento Motore acqua
Raffreddamento Batterie acqua
Velocita' massima [Km/h] 135
Accellerazione [0-100] nd
Ripresa [60-100] nd





COMMENTI:



CAPTCHA Image [Cambia codice]