IL PORTALE DEI VEICOLI ELETTRICI - Anteprime, Prove, Tecnica

Untitled Document

Renault ZOE

[ 28/02/2013 ]

La Renault è fra le case automobilistiche europee quella che crede di più nella mobilità elettrica, ne è prova lo sviluppo di una gamma completa di veicoli a zero emissioni, già nelle concessionarie troviamo la futuristica Twizy, la berlina Fluence Z.E. e il veicolo commerciale Kangoo Z.E. Nella seconda metà del 2013 vedrà la luce un nuovo modello che ha tutte le carte in regola per dare una bella scossa al settore, si tratta della Zoe, presentata nella sua versione definitiva al salone dell’auto di Ginevra 2013.
Lo sviluppo della Zoe ebbe inizio ben otto anni fa, il primo risultato fu una concept car esibita al salone di Ginevra nel lontano 2005, ben lontana dal veicolo attuale, si trattava di un’auto in configurazione a tre posti di 3.45m di lunghezza e tetto scoperto. Il lavoro proseguì lentamente ma subì una decisa accelerazione nel 2009 con lo sviluppo di due nuovi prototipi sempre più simili alla Zoe di oggi.
Dai piani originali la commercializzazione sarebbe dovuto partire ad inizio 2012, il ritardo accumulato è dovuto in larga parte ai problemi nella costruzione del nuovo stabilimento vicino a Parigi che produrrà tutte le batterie al Litio del gruppo a partire dal 2014.
Il budget messo in campo da Renault per lo sviluppo di veicoli elettrici è molto consistente ne è prova il fatto che diventerà presto la prima casa automobilistica al mondo a produrre le batterie “in casa”.


La Zoe è una citycar a cinque porte lunga 4,08 metri (4 cm in più della Clio) e larga 1,73 metri progettata esclusivamente per la motorizzazione elettrica ed omologata per ospitare cinque persone. Ha un motore sincrono bobinato (non è un brushless ma un’evoluzione dei classici motori a corrente continua) da 88 cv e 220 Nm, la velocità massima è autolimitata a 135 Km/h e lo spunto è pari a 4 secondi sullo 0-50 km/h.
Caratteristica che merita particolare attenzione è l’autonomia, tallone d’Achille di tutti i veicoli elettrici, la Zoe è in grado di raggiunge la non disprezzabile distanza di 210 Km (su ciclo Europeo di omologazione: NEDC), grazie al recupero di energia in frenata (di II°generazione), alla climatizzazione a pompa di calore e ai pneumatici energy saver. Poiché è noto che l’autonomia nei veicoli elettrici è molto variabile a seconda dell’utilizzo, per rassicurare i possibili acquirenti, Renault dichiara che anche nelle condizioni più gravose di utilizzo (autostrada al massimo della velocità) l’autonomia non scende mai al di sotto i 100 Km. A disposizione del guidatore c'è inoltre il tasto Eco Mode: la funzione può essere disattivata in qualunque momento, premendo a fondo sul pedale dell'acceleratore.
La nuova Zoe sfrutta un tradizionale schema di sospensioni, con McPherson all'anteriore e ponte torcente al posteriore.


Il pacco batterie che alimenta la Zoe ha una capacità di 22 kWh e si basa sulla tecnologia agli ioni di litio. Fino a quando il nuovo stabilimento di produzione delle batterie della Renault non entrerà in produzione il fornitore sarà la Nissan Motor in joint venture con la LG Chem.
La disposizione delle batterie nel pianale sotto i sedili oltre a non compromettere la capacità di carico (338 litri) garantisce un baricentro molto basso a tutto vantaggio dell’handling della vettura.
Per un “pieno” occorrono dai 30 minuti alle 9 ore in base alla potenza della colonnina di ricarica. Purtroppo non è possibile collegare l’auto direttamente ad una qualsiasi presa domestica, ma d’altra parte moltissime delle auto fin’ora prodotte richiedono l’installazione di un Wallbox (da 3kW) con una spesa aggiuntiva intorno ai mille euro. E’ in programma l’installazione sulla rete stradale di punti di ricarica rapida (43kW di potenza in corrente alternata) che consentiranno di acquisire un'autonomia di 50 Km in 10 minuti e fare “il pieno” in 30 minuti.
Dal nostro punto di vista risulta particolarmente grave la mancanza di uno standard (perlomeno a livello europeo) per le colonnine di ricarica rapida che dovrebbero sorgere (prima o poi) sulla nostra rete stradale. La conseguenza più pesante è che il futuro utilizzatore della Zoe non dovrà solo preoccuparsi di trovare una colonnina ma dovrà anche accertarsi che sia compatibile con il proprio veicolo. Da questo punto di vista fa comunque ben sperare l’alleanza della Renault con Enel per la progettazione e diffusione delle colonnine di ricarica rapida “Enel Fast Recharge” da 43kW.


Per quanto riguarda la dotazione, tra l'equipaggiamento di serie e quello a richiesta vanno menzionati il sistema hi-fi 3D Sound, l'hill start assist, il segnalatore acustico per i pedoni (che cambia timbro al crescere della velocità) e soprattutto il Renault R-Link.
Quest’ultimo merita una descrizione a parte, si tratta di un computer multimediale integrato e connesso alla rete informatica di Renault che comprende un display digitale nel cruscotto, un touch-screen da 7 pollici nella plancia, comandi al volante e riconoscimento vocale. Grazie ad esso si possono ottenere informazioni sull'autonomia e sullo stile di guida, integra il navigatore che segnala la presenza su strada delle colonnine di ricarica, è inoltre possibile ampliarne le funzioni tramite App dedicate.


La piccola elettrica viene offerta con due diversi pacchetti di connettività, lo standard My Z.E. Connect e il più evoluto My Z.E. inter@ctive, offerto come optional sull'allestimento Life e di serie sui più ricchi Zen e Intens. Il primo consente di controllare via smartphone o pc una serie di parametri relativi alla vettura, come ad esempio lo stato di carica, mentre il secondo consente di intervenire direttamente, programmando la pre-climatizzazione dell'abitacolo o gli orari di carica, in base alle fasce orarie in cui il costo dell'energia è più basso.
In termini di sicurezza, la Renault offre di serie sei airbag, Abs, Esp, controllo della trazione, cruise control.


Già disponibile in Francia, dove grazie agli incentivi di 7.000 euro viene commercializzata a un prezzo molto allettante di 13.700 euro, sarà disponibile in Italia a partire dalla primavera 2013 in tre allestimenti (Life, Zen e Intens) e con prezzi di vendita a partire dai 21.650 euro Ipt esclusa.
La Renault ha inoltre scelto la strada del canone mensile di noleggio delle batterie, che per la Zoe è pari a 79 euro al mese (pari ad un pieno di benzina in un’auto di pari categoria), con contratto bloccato per 36 mesi e fino a 12.500 chilometri l'anno. Questa scelta consente non solo di mantenere più basso il prezzo di acquisto ma garantisce anche l’efficienza del pacco batterie per tutta la vita dell’auto, la Renault prevede infatti la sostituzione delle batterie quando l'efficienza scende al di sotto dell’ 80% rispetto a quella iniziale o quando vengono raggiunti i 5.000 cicli di ricarica previsti.
Il prezzo è superiore a quello necessario per l’acquisto di un'utilitaria tradizionale, ma molto competitiva con quanto presente sul mercato delle auto elettriche.












Compara con: e anche con:

Modello
Renault ZOE
Prezzo base [Euro] 21650
Note prezzo con batterie in leasing a 79 €/mese. Tre allestimenti: Life, Zen e Intens
Numero posti 5
Lunghezza [cm] 408
Larghezza [cm] 173
Altezza [cm] 157
Peso [Kg] 1392
Tipologia Batterie ioni di litio
Numero celle nd
Capacita' [KWh] 22
Peso Batteria [kg] nd
Tempo di carica [h] 9 h con caricatore da 3kW
Autonomia[Km] 210 Km (ciclo NEDC)
Propulsione elettrica
Motore sincrono bobinato
Potenza [cv] 88
Coppia [Nm] 220
Disposizione Motore anteriore
Trasmissione diretta
Trazione anteriore
Raffreddamento Motore liquido
Raffreddamento Batterie aria
Velocita' massima [Km/h] 135
Accellerazione [0-100] 4 secondi sullo 0-50 km/h
Ripresa [60-100] nd





COMMENTI:


Arthur
[31/08/2016 21:54]

Ne ho viste un po' a Roma, mi piace


Bartez
[02/03/2013 00:33]

Finalmente qualcosa di concreto



CAPTCHA Image [Cambia codice]